Mobilità ciclistica e studio di ciclovie fluviali nella Provincia di Teramo

Il progetto della rete degli itinerari ciclabili della Provincia di Teramo vuole porre un’attenzione particolare al turismo, alla sicurezza stradale, alla ricreazione, agli scambi culturali e allo sport.

La predisposizione e l’attuazione di un piano provinciale per la mobilità ciclistica e della rete degli itinerari ciclabili provinciali intende supportare un turismo sostenibile di scala europea, assicurando nel contempo una serie di benefìci quali la conservazione di ambienti di particolare pregio, la creazione di occasioni di sviluppo locale, la promozione di uno spirito europeo più coeso, il sostegno agli insediamenti rurali in condizioni di sotto-sviluppo.
La rete si pone come ulteriore obiettivo l’incentivazione dell’uso della bicicletta negli ambiti locali attraversati dagli itinerari per scopi di trasporto (percorso casa-scuola-lavoro) e di ricreazione.

Motivazioni del Premio

Per uno schema progettuale chiaro, tanto essenziale quanto incisivo, che utilizza al meglio le varie componenti presenti sul territorio provinciale con l’obiettivo della valorizzazione delle sue peculiarità, definendo delle vere e proprie infrastrutture verdi trasversali, i “percorsi ciclabili fluviali“, che scendono dalle alte quote delle zone montane appenniniche all’interno di tre piccoli corridoi ecologici e – dopo aver attraversato aree naturali, zone industriali e centri storici – si innestano sulla dorsale ciclabile litoranea costituita dal sistema nazionale della Ciclovia Adriatica, con il risultato di raggiungere un ottimo livello di integrazione nell’ottica di una “rete di reti” di itinerari ciclabili.

Per la ricerca delle migliori soluzioni riguardo l’inserimento paesaggistico e ambientale dei percorsi, secondo i diversi contesti, e per l’attenzione volta a una programmazione realmente sostenibile degli interventi.

VISITA IL SITO DELLA PROVINCIA DI TERAMO